Chi mi conosce bene pensa di me che… Non ho mezze misure. Dico le cose come stanno, non “accontento” le persone. Non acconsento ad attenuare un colore, una grafica, una comunicazione, un design che ho studiato. Perché? Non certo per maleducazione, prepotenza o supponenza, atteggiamenti che non fanno certo parte del mio essere. Lo faccio per rispetto.

#Rispetto per la persona che mi affida il suo #sogno. Perché vedete, un sogno è un qualcosa di talmente #delicato, #prezioso e #unico che basta un’attimo per rovinarlo e questo per me non è accettabile. Quindi preferisco dire no al compromesso e aiutare veramente chi mi da fiducia”.

Mario